29 gennaio 2014

I segreti e i trucchi per stirare bene e in poco tempo

Economia domestica: Argomento, scottante per le donne o per i single. stirare. Io non amo stirare, ma chi lo ama, soprattutto d'estate! Certo, però, è bello indossare capi che profumano di pulito, perfetti e senza pieghe, ci sarà qualche segreto o trucco per velocizzare questa operazione? Sicuro che c'è,  ecco qualche dritta...



"Con la locuzione economia domestica si indica l'insieme di competenze per la conduzione degli aspetti pratici della vita di una famiglia e di una comunità. Fanno parte di questa disciplina conoscenze in materia di alimentazione e gastronomia, igiene e puericultura, merceologia, programmazione economica". Da wikipedia

Blog di rimedi della nonna, Economia domestica: I segreti e i trucchi per stirare bene e in poco tempo

Tutti siamo capaci di stirare, esistono però dei trucchetti ( gli stessi che utilizzavano le nostre nonne) semplici e facili che ci aiuteranno non solo ad avere capi sempre ben stirati e senza pieghe ma anche a risparmiare tempo su tutti i tipi di tessuto.

Ma vediamoli insieme:

Quando stirate:

1) Utilizzate acqua calda e non fredda, per bagnare la biancheria, risparmierete di sicuro tempo.

2) Partite dai capi che richiedono temperature basse, alzando la temperatura via via che passate a quelli che richiedono una
temperatura più alta, risparmierete energia

3) Stirate la biancheria quando non è completamente asciutta e avrete capi senza pieghe in tempi più rapidi e con risultati più soddisfacenti

4) Quando stirate non passate il ferro caldo su bottoni e cerniere eviterete danni alla piastra.

5) Per stirare meglio e più in fretta fodererete il vostro asse da stiro prima con della carta stagnola e poi con il panno apposito, la stagnola rimanderà il calore anche da sotto e questo  vi permetterà una stiratura più veloce, risparmiando tempo.

Come stirare lana, velluto e lino:

1) Stirate la lana usando il ferro tiepido ed un panno umido, o solo  il vapore.

2) Oppure dal rovescio e dal dritto ma sempre con un panno di cotone umido.

3) Il velluto si stira al rovescio con la piastra e solo con il vapore sul diritto per non lasciare aloni con la piastra

4)  Il velluto a coste non si stira, basta inumidirlo, spazzolarlo nel senso delle coste e farlo asciugare su una gruccia.

5) Il lino si stira umido, con un ferro caldo

Come stirare seta e fibre sintetiche:

1) La seta si stira ancora umida dal rovescio

2) Oppure al diritto ma mettendo un foglio di carta velina o da forno tra il ferro e il tessuto.

3) La seta fine invece si stira dal diritto utilizzando un panno di lana.

4) La seta pesante dovrà essere stirata solo sul rovescio.

5) Le fibre sintetiche vanno stirate utilizzando un panno umido tra ferro e tessuto.


E per finire un consiglio o trucchetto per ogni occasione:

Se stirate un capo importante di cui non siete sicuri della temperatura, per evitare brutte sorprese fate sempre una prova di stiro su una piccola zona di tessuto nascosta.

Stirate prima le cuciture e le pences infine le maniche, il colletto e il tessuto piano.

Stirate sempre seguendo la direzione del tessuto.

Sugli abiti neri,  per evitare aloni lucidi passate prima di stirarli, un tessuto umido

I Cappelli in feltro o panno si stirano con una pezzuola umida tenendolo in forma

I capi con scritte e disegni vanno stirati a rovescio interponendo un panno per evitare che i colori si imprimano sul retro.

Il Collo o gli  orli vanno coperti con carta velina o da forno per evitare la comparsi di aloni lucidi.

Gli orli arrotolati dovrebbero essere stirati sul davanti in questo modo eviterete di rompere i punti.

Per stirare perfettamente le maniche a sbuffo, infilate una pezza o un asciugamano nella manica.

Per togliere i pelucchi dai tessuti modellate una pallina con della reticella di nylon e passatela sui tessuti, prima di stirarli.

Se volete che la biancheria stirata, profumi del vostro profumo aggiungete qualche goccia della vostra colonia preferita nell'acqua del ferro da stiro.

Se volete inamidare leggermente un tessuto, basta utilizzare l'acqua di cottura della pasta o del riso

Ultimo trucchetto ma non meno importante, ideale per chi non ama stirare:

1) comprare capi che non devono essere stirati: camicie no stiro, lenzuola in jersey, capi di cotone elasticizzato.

2) stendere subito i panni lavati, sbattendoli molto molto bene; 

3) appendere se è possibile camicie e t-shirt e tirare gli orli di asciugamani tovaglioli ecc; le tasche e le cuciture di pantaloni e gonne

4) stirare i panni “con le mani” già quando li raccogliete passando bene le mani sui capi

Consiglio

Se stirando vi scottate, utilizzate immediatamente il ghiaccio, per evitare che si formi la bolla e poi fate un bell'impacco con un po' di banana schiacciata

Leggi anche:
Cura e organizzazione del guardaroba, i consigli per evitare aloni, polvere e tarme
Detersivi naturali, economici e non inquinanti


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...