9 maggio 2014

La dieta a punti: tabella peso-punti e principi

La dieta a punti fu ideata dal dietologo Guido Razzoli negli anni 70,  è una strategia alimentare il cui intento è quello di risolvere il problema del peso superfluo e dimagrire definitivamente senza molte rinunce. In questa dieta infatti non ci sono alimenti proibiti, si può mangiare di tutto ma non bisogna superare i punti assegnati al giorno. Vediamo alcuni principi e la tabella peso-punti...




Il Blog di "rimedi della nonna": Dimagrire con la dieta a punti, tabella peso-punti e principi

La dieta a punti è simile ad una dieta ipocalorica anche se non si calcolano le calorie ma si assegnano dei punti agli alimenti in base alle loro calorie (calorie e grassi) per poi sommarli con l'aiuto di un apposita tabella (lista messa appunto dal dietologo che assegna ai diversi alimenti determinati punti) al fine di ottenere un menu giornaliero che ci permetterà di dimagrire in modo stimolante.

Chi segue questo tipo di  dieta avrà giornalmente dei punti da spendere in base al peso e ad altre caratteristiche, basta sommare i punti relativi ai cibi assunti, tramite la tabella e seguire queste regole o principi fondamentali:

non superare il tetto massimo prefissato;

non andare sotto il limite inferiore del range dei punti;

il numero dei pasti è libero anche se nè sono consigliati 4 al giorno;

si possono risparmiare dei punti durante la settimana che  possiamo utilizzare nel weekend oppure in occasioni particolari;

per dolcificare è  consigliato al posto dello zucchero l'utilizzo di aspartame o dolcificante;
bere almeno 2 litri di acqua al giorno;

variare il più possibile il menu;

l'esercizio fisico aiuta ad accumulare punti: una passeggiata di 15 minuti equivale ad 1 punto, di mezz’ ora 2 punti, di un’ ora 3 punti; ecc

Di seguito lo schema della tabella per le donne e per gli uomini dei punti giornalieri a pasto da utilizzare in base al peso e poi la tabella degli alimenti in base ai punti da utilizzare per ogni singolo pasto

Tabella per le donne e per gli uomini dei punti giornalieri in base al peso, per le Donne: 

fino a 70 kg da 18 a 24 punti al giorno
da 71 a 80 kg da 20 a 25 punti al giorno
da 81 a 90 kg da a 22 a 27 punti al giorno
da 91 a 100 kg da a 24 a 29 punti al giorno
oltre 100 kg da a 26 a 30 punti al giorno

Per gli Uomini:

fino a 80 kg da 22 a 26 punti al giorno
da 81 a 90 kg da 24 a 29 punti al giorno
da 91 a 100 kg da 26 a 30 punti al giorno
da 100 a 110 kg da 28 a 32 punti al giorno
oltre 110 kg da 30 ai 35 punti al giorno

Tabella degli alimenti in base ai punti da utilizzare per ogni singolo pasto, maggiore è il punteggio di un determinato alimento, tanto più maggiormente ingrassa:

0 punti: limone, sale, pepe, aceto, spezie, acqua, caffè leggero, tisane, the;

1 punto: asparagi, insalate verdi, indivia, radicchio rosso, cavolfiore, crauti, fagiolini verdi, spinaci, zucchine, broccoli, ravanelli, cetrioli, funghi, peperoni, carciofi, 

 porri, cavolo, sedano, melanzane, cuori di palma, odori, peperoncino;

2 punti: latte magro, yogurt magro, vitello, tacchino, prosciutto cotto magro, pollo, pesce magro (merluzzo, orata, palombo, trota, sogliola, spigola);

3 punti: olio di oliva, olio di arachidi, burro, margarina, maionese, salsa bernese, senape forte;

4 punti: uova, affettati (prosciutto crudo, salame, ecc.), caviale, crostacei, pesce grasso (tonno, pesce spada, frutti di mare);

5 punti: carne grassa (agnello, manzo, maiale);

6 punti: formaggi a pasta dura (groviera, grana, pecorino stagionato);

7 punti: cereali naturali (fiocchi di avena, fiocchi vari, cereali e musli senza zucchero);

8 punti: pane integrale, pane di crusca, pane tedesco, pane svedese, pasta integrale, riso integrale, grano di cuscus, patate, piselli, legumi secchi e lenticchie;

9 punti: carote, pomodori, avocado, arance, mandarini, pompelmo, melone, kiwi, mele, pere, mango, fragole, lamponi, fichi, albicocche, pesche e noci.


Nella dieta a punti ognuno può comporre il proprio menù, anche il giorno prima, consultando le tabelle riportate sopra con il punteggio degli alimenti, verificando il punteggio totale della giornata in modo da non superare i punti che ha a disposizione.

La dieta a punti è una dieta che fa dimagrire ma è tendenzialmente sbilanciata, limita molto gli zuccheri soprattutto quelli semplici e i carboidrati (il basso contenuto di carboidrati riduce la produzione di insulina e questo scioglierebbe il grasso favorendo il dimagrimento) ma predilige il consumo  di proteine e grassi per cui deve essere seguita per periodi brevi, solo per il tempo necessario a dimagrire quanto serve.

Attenzione:
Prima di iniziare una qualunque dieta sentire sempre prima il parere del Vostro medico di fiducia

Questa dieta è rivolta  a persone in buona salute con un sovrappeso di 4-5 chili al massimo e non è adatta a chi soffre di problemi cardiaci, renali, epatici e a categorie particolari  (bambini, anziani e donne in gravidanza).
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...