1 ottobre 2014

Le regole del consumatore ecologico

Il futuro dell'ambiente del nostro pianeta dipende anche da noi,  infatti, come consumatori,  noi, causiamo con l'alimentazione ogni giorno una consistente parte di inquinamento ambientale. In questo post troverete alcune regole importanti da seguire, non solo per risparmiare tempo e denaro quando si fa la spesa ma anche per essere dei consumatori attenti ai problemi ecologici. 



Blog di rimedi della nonna : le regole del consumatore ecologico

Anche noi, nel nostro piccolo, possiamo  fare la differenza e portare dei benefici concreti all'ambiente, e con esso ai nostri discendenti e agli animali che popolano la Terra  è, questo un invito, un suggerimento per cercare di risolvere, almeno in parte, quello che è l'inquinamento ambientale.

Il carico di rifiuti che ultimamente è balzato alle cronache non è dovuto solo alla cattiva gestione degli stessi, ma anche ad una mentalità decisa dal consumismo e come consumatori, anche noi, causiamo con l'alimentazione una consistente parte di inquinamento ambientale.

Tutti insieme, però, nel nostro piccolo  possiamo offrire un grande contributo alla Terra, ma è necessario apportare dei cambianti non solo nel modo di produrre, ma anche in quello di mangiare, quindi di fare la spesa, scegliendo alimenti a basso impatto ed evitando gli sprechi

Il comportamento del consumatore in questo caso ha un ruolo importante, ecco alcune semplici regole che possiamo subito cominciare a seguire, non solo per risparmiare tempo e denaro ma per essere anche dei consumatori attenti ai problemi ecologici:

-riduciamo i rifiuti: quando andiamo a fare la spesa portiamo con noi un sacchetto di carta o di tela che riutilizzeremo più volte
-Utilizziamo bottiglie e contenitori in vetro o di carta
-Preferite e comprare i grandi formati
-Rinunciare alle confezioni di lusso
-Eliminare gli articoli usa e getta
-Non utilizzare prodotti spray
-Prosciutti e insaccati preferire quelli ottenuti con metodi naturali e scartate quelli contenenti nitrati e nitriti
-Olio consumare l'extravergine di oliva e per la frittura preferire l'olio di semi di arachide o di girasole.
-Carne limitare il consumo di quella tipo il fegato o i reni, in cui si possono accumulare farmaci e sostanze inquinanti
-Verdura preferire quella di stagione e fare attenzione a quella troppo colorata e uniforme.
-Frutta evitare le primizie, consumare quelle di stagione. Attenzione alla frutta esotica può contenere pesticidi.
-Bevande non eccedere nel consumo di quelle artificiali contenenti additivi, antiossidanti e antifermentativi.
-eliminiamo il superfluo, come giochi, telefoni..., che in seguito non sappiamo come disfarcene.

Leggi anche
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...