4 marzo 2015

Le proprietà della Bardana

La Bardana  una pianta erbacea biennale della Famiglia delle Asteracee o composite, detta anche Bardana maggiore originaria dell’Europa e dell’Asia, cresce in luoghi aridi ed incolti delle zone temperate, è una pianta utilizzata fin dall'antichità per via delle sue proprietà drenanti, antibatteriche e depurative come rimedio e cura naturale nelle dermatiti acneiche, nelle impurità della pelle, nelle affezioni cutanee, per le problematiche del cuoio capelluto, e non solo... 



Blog di rimedi della nonna: Le proprietà della Bardana

Il nome scientifico è Arctium lappa (il nome deriva dal greco arktos "orso" riferito alle infruttescenze spinose della pianta e "lappa" dal latino "lappare" (afferrare ) per l’aspetto peloso e la capacità di attaccarsi a tutto ciò che la sfiora, favorendo in tal modo la dispersione e la diffusione della specie) ma è chiamata anche Cappellaccio, Erba porcina, Zecchitella, Petolara, Lappola, Erba Porcina, ecc...grazie alle sue proprietà drenanti, antibatteriche e depurative, è stata utilizzata, nel corso della storia nella cura di varie malattie.

Si racconta infatti che un medico italiano riuscì a guarire, con gli estratti di questa pianta una fastidiosa malattia della pelle che aveva colpito il re Enrico III di Spagna; i medici cinesi la utilizzavano nella cura della gotta, delle febbri, dei calcoli; in Europa, nel XIV secolo,  le foglie di bardana venivano polverizzate nel vino e usate come trattamento per la lebbra; in seguito,  la radice di bardana fu prescritta dagli erboristi per febbre, gotta, psoriasi, eczema, forfora, infezioni cutanee, acne, cancro, sifilide, gonorrea e problemi associati al parto.

La bardana è un' erba spontanea, fiorisce in estate con mazzetti di fiorellini rossi nel secondo anno di vita e può avere fino ad un metro di altezza. Ha radice grossa e carnosa, il fusto robusto di color rossastro, le foglie grandi di colore verde scuro con una caratteristica forma a cuore. I fiori di colore porpora sono circondati da una fitta corona di aculei, i frutti acheni sono bruno-rossicci (grigio-verdi), rugosi e spinosi.

Della Bardana si utilizzano principalmente le radici, raccolte nell'autunno del primo anno di vegetazione o nella primavera del secondo anno, ma anche le foglie, il rizoma, i semi ed i frutti. La Bardana contiene tra i principi attivi: Olio essenziale, Inulina, Mucillagin, Fitosteroli, Arctiopicrina dall'attività antibiotico-simile, Acido clorogenico, Acido arctico dall'attività cicatrizzante e disinfettante, Lappatina, Sali minerali, Polifenoli, Vitamine.

Grazie a tutti questi principi attivi ha azione: depurativa, antisettica, ipoglìcemizzante, coleretica, antireumatica, lassativa, antibiotica, e viene utilizzata per curare acne, eczema, crosta lattea, dermatiti, seborrea, forfora, psoriasi, morbillo, rosolia, iperglicemia,  diabete, forme reumatiche, ecc.

La bardana si utilizza come rimedio naturale sia per via esterna impacchi, cataplasmi, che per via interna  infusi, succhi, decotti, ecc. In commercio la troviamo in sacchetti per tisane e infusi, estratti fluido idroalcolici, estratti secchi, tavolette, capsule, tinture madri, oleolito... ma di questo vi parlerò nel prossimo post La bardana rimedi
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...