22 novembre 2013

Vin brulè per raffreddore e influenza il rimedio della nonna

Un ottimo rimedio della nonna nella stagione invernale contro il raffreddore e l'influenza, è sicuramente il vin brulè, a base di vino rosso, spezie, scorze di agrumi e zucchero, perchè oltre ad avere un gradevole effetto scaldante aiuta a fluidificare e ad eliminare il muco, conosciamone la storia e la ricetta!

Il Blog di "rimedi della nonna": Vin brulè per raffreddore e influenza il rimedio della nonna



Il "vin brulè" oltre ad essere una bevanda aromatica apprezzata e conosciuta in tutto il mondo è anche uno dei rimedi della nonna più utilizzati ancora oggi della medicina popolare per curare influenza, raffreddore, tosse e altri malanni di stagione, soprattutto ai primi sintomi e in questo post troverete qualche curiosità la ricetta di questa  bevanda che è non solo corroborante, ma è anche riscaldante e disinfettante

Si narra che questo vino caldo ha origini molto antiche e che la sua nascita sia da attribuire a frati, esperti conoscitori di erbe e di spezie che, nei conventi si dedicavano anche alla preparazione del vino.

Vin brulè significa vino bruciato ed è una bevanda che viene servita molto calda, proprio per questo motivo è usato in montagna o in luoghi molto freddi per scaldarsi e per recuperare le energie.

La bevanda oltre al vino rosso contiene diverse spezie che gli conferiscono molte proprietà salutari come la cannella, con proprietà antisettiche e disinfettante delle vie respiratorie, i chiodi di garofano, che hanno un potente effetto antibatterico, il coriandolo che ha proprietà  fungicida e antibatteriche, ed infine il vino rosso che ha azione antivirale grazie al contenuto di tannini in esso presenti.

La preparazione del vin brulè è abbastanza semplice, ma vediamo insieme la ricetta:

Ingredienti

1 litro di vino rosso fermo e leggermente corposo
2-3 bastoncini di cannella
15-20 chiodi di garofano
Qualche grano di coriandolo
la scorza di 1 arancia o di 1 limone
150 grammi  di Zucchero

Procedimento:

Versare in una pentola il vino, i chiodi di garofano, la cannella, la scorza d’ arancia o  del limone, e un poco alla volta lo zucchero.

Mescolare il composto e cuocerlo a fuoco lento per 10 minuti circa portandolo fino al punto di bollore.

Spegnere, filtrare con un colino e, dopo averlo lasciato riposare per qualche minuto servire caldo. In alternativa si può bruciare l’alcool (fiammare) al momento del bollore.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...