22 novembre 2013

Influenza i rimedi e i consigli della nonna

In aiuto o quando si è impossibilitati ad utilizzare la medicina convenzionale, aiutiamo il nostro organismo a difendersi dall'influenza utilizzando i  rimedi e i consigli della nonna per curarsi  in modo naturale...




Il Blog di "rimedi della nonna"Influenza i rimedi e i consigli della nonna

Freddo, pioggia e vento, ecco arrivare i primi starnuti, poi la tosse e infine l'influenza, in questo post proveremo a riutilizzare i vecchi rimedi naturali della nonna come il  Vin brulè, il latte e miele, il peperoncino, la cipolla, erbe naturali come il basilico, il coriandolo, insomma i metodi  da sempre utilizzati dalle nostre nonne  per curare le malattie di stagione: come l’influenza, la tosse e il raffreddore ai primi sintomi... 

Ricordate le nostre nonne, la mia abitava in montagna ed amava curarsi con i rimedi naturali ricordo latte e miele per il mal di gola, i famosi suffumigi con il sale per il naso chiuso e tanta vitamina C (arance e mandarini, ecc) per l'influenza, e il raffreddore. Rimedi che oggi, possiamo utilizzare anche noi,  da soli o insieme alla medicina tradizionale per la nostra salute, scopriamone qualcuno!

1)  il vino cotto o vin brulè con un pizzico di zucchero e uno di cannella. Per i bambini al posto del vino possiamo utilizzare il latte o l’acqua e invece dello zucchero possiamo usare  il miele. Bere questa bevanda la sera, prima di andare a letto,  favorisce la sudorazione e prepara ad una notte tranquilla.

2) oppure possiamo bere un bel bicchiere di latte bollente con due dita di cognac e due cucchiai di miele prima di andare a letto. Il latte contiene sostanze saline, energetiche e rilassanti, reidrata la persona che suda; il cognac favorisce la traspirazione e la dispersione del calore benché all’inizio scaldi; il miele infine contiene sostanze energetiche e antinfettive naturali.

3) Per prevenire ogni tipo di raffreddamento, è utile il peperoncino: mezzo cucchiaino di peperoncino in polvere va fatto bollire in 250 ml di acqua per circa 10 minuti (a fuoco basso). Dopo aver filtrato, si ottiene una miscela da consumare a primi sintomi nella misura di un cucchiaio sciolto in mezzo bicchiere di acqua calda.

4) Per il raffreddore, mal di gola:

a)Tagliare la cipolla a metà e metterla sul comodino, vicino alla testa, in modo da aspirarne i vapori durante il sonno
b) oppure 5 chiodi di garofano in una tazza di acqua bollente per poi inalarne i vapori.

5) Per calmare la tosse: bevete il succo di un limone con un cucchiaio di miele, mentre sembra addirittura che tagliare delle fette di patata e metterle sulla fronte fermate con un foulard possa aiutare contro il mal di testa.

6) Naso chiuso: respirate  a fondo i vapori di una pentola in cui all’acqua bollente avete aggiunto salvia o fiori di camomilla per decongestionare le mucose nasali, oppure anche eucalipto o altre piante. I vapori vanno respirati per 5-10 minuti: basta avvicinare il capo(coperto da un asciugamano in modo da non disperdere il vapore) a circa 20 cm dal recipiente, per due massimo tre volte al giorno

7) Le difficoltà di respirazione possiamo combatterle con: il mandarino, combinato con miele di eucalipto;

8) Per la sinusite utilizziamo le foglie essiccate di mirto; per la tracheite si può ricorrere all’origano;

9)  Per la tosse notturna alleviamo il fastidio con le banane.

10) Un infuso di malva e salvia col limone è utile per le difese immunitarie basse

11) Per recuperare le forze è invece consigliata un’insalata di cavolo condita con succo di limone, olio, aceto di mele, peperoncino, miele, pinoli, sesamo e mandorle.

!2) Mal di gola :

a) Fare gargarismi con succo di due limoni diluiti in mezzo bicchiere d’acqua e sale
b) In caso gola infiammata è bene fare i gargarismi con un infuso di acqua bollente e foglie di basilico fresco
c) Per la raucedine un centrifugato di carote fresche e un cucchiaino di miele da bere durante la giornata.
d) Per curare il primo mal di gola, basterà semplicemente far bollire due bastoncini di liquirizia in poca acqua, assieme a due foglie di alloro. Bevete questo infuso tiepido, dopo aver aggiunto un cucchiaio di miele.

E per finire:
a) Utilizzare fazzoletti usa e getta cambiandoli spesso dopo aver soffiato il naso;
b) Tenere sempre le mani pulite: lavatevi spesso le mani, più spesso che potete, specialmente se siete fuori casa e se avete frequenti contatti con altre persone.
c) Tenere un umidificatore nella stanza in cui si soggiorna
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...