3 agosto 2014

Conservare le erbe aromatiche in cucina con i consigli della nonna

In questo periodo,  le erbe aromatiche o gli aromi naturali come il prezzemolo, l'aglio, la cipolla, il basilico, il sedano, il timo, la menta, la salvia ecc., gli ingredienti classici della nostra cucina, quelli, che rendono le nostre pietanze non solo profumate ma anche molto stuzzicanti, sono molto abbondanti, ma, come conservarle nel modo giusto,  per averle tutto l'anno? Con i consigli della nonna è possibile, senza perdere nulla del loro profumo e qualità, scopriamone qualcuno...



Il Blog di "rimedi della nonna": Conservare gli aromi in cucina con i consigli della nonna

In questo post vi propongo dei piccoli espedientitrucchetti o consigli della nonna per meglio conservare le erbe o gli aromi naturali in cucina, per portare nelle nostre pietanze, tutto l'anno, il profumo dell'orto, avendo a portata di mano prezzemolo, basilico,  sedano, ...  sempre freschi.

E chi meglio delle nostre nonne, brave nel conservare e nel  conoscere i prodotti della natura, ci può consigliare il metodo. Vi siete mai chieste come facevano a conservare il prezzemolo senza surgelarlo o ad avere il basilico o il sedano tutto l’anno? Come facevano a ridurre l'asprità nelle cipolle? O a rendere l’aglio meno indigesto?  

E allora scopriamo insieme, qualche piccolo trucchetto su come prenderci cura di queste erbe aromatiche, quando ci capita di averne in abbondanza senza fargli perdere l'aroma caratteristico, quello che rende i nostri piatti di tutti i giorni più stuzzicanti e appetitosi:

Prezzemolo

1) Tritate il prezzemolo dopo averlo lavato ed asciugato molto bene, aggiungete del sale fino (due parti di prezzemolo ed una di sale) e mettete in  un contenitore ben chiuso conservate in frigorifero si conserverà bello verde molto a lungo. Attenzione a non salare troppo le pietanze quando lo utilizzerete

2) Oppure mettetelo in un vaso, tipo quelli di vetro delle conserve, pieno d’acqua e cambiate l’acqua tutti i giorni, si manterrà fresco  per molti giorni.

3) Essiccare: staccate le foglie dai gambi, lavatele, asciugatele con un panno e lasciatele stese su un vassoio lontano da fonti di calore e dai raggi del sole coperte con carta affinchè si asciughino il più possibile. Mettete poi le foglie in un vasetto di vetro sminuzzandole.

4) Il prezzemolo, è un’ erba che va aggiunta solo alla fine della cottura e non durante, altrimenti, perde parte del suo profumo.

Pesto di prezzemolo

1 ciuffo di prezzemolo (40 mg foglie di prezzemolo fresco) ,40 g di grana grattugiato, 4 cucciai di olio extravergine di oliva, 40 gr di pinoli (a piacere due pizzichi di zafferano )

Frullate nel mixer il formaggio con le foglie di prezzemolo, lavato e asciugato. Aggiungete i pinoli,  e l'olio sino ad ottenere una salsa liscia, aggiustate di sale, e amalgamate il tutto con due bei pizzichi di zafferano (a piacere) Versare in un barattolo di vetro e coprire con olio di oliva. Si può conservare in frigo per qualche giorno

Aglio


L'aglio fresco viene conservato intrecciandolo ed appendendolo al fresco, lontano da fonti di calore e di umidità per farlo seccare ma, può anche essere congelato dopo aver tagliato i suoi spicchi a fettine oppure conservato in barattoli con l'olio: togliere la pellicola e mettere gli spicchi in barattoli, sterilizzati ed asciutti, con le spezie alloro o origano, e ricoprire con olio. Lasciare il barattolo aperto per circa una settimana e poi chiuderlo, in questo caso potrete utilizzare l'aglio oppure solo l'olio, che sarà impregnato del suo sapore.

1) Per rendere l’aglio meno indigesto,  non tritatelo, ma limitatevi a farlo colorire nel condimento e poi toglietelo.

2) Se nelle vostre ricette serve l'aglio schiacciato, scottate gli spicchi per un paio di minuti in acqua bollente quindi passateli attraverso un colino a maglie fitte premendo col dorso di un cucchiaio.

3)  Oppure schiacciatelo sul piano di lavoro con la mano o la lama di un coltello"vestito", cioè senza togliere la pelle, e poi buttatelo in padella, in questo modo la parte che si imbrunisce è la buccia e mantiene di più l'aroma.

4) Per rendere il sapore dell'aglio meno forte tenetelo immerso nel latte per almeno un’ora o meglio fategli dare un bollore.


5) Per togliere l’odore di aglio dalle mani, strofinatele con il prezzemolo.

6) Per conservare l'aglio, per un po' di tempo, sbucciatelo e riponetelo subito in un vasetto di vetro coperto con olio di oliva.

Cipolla

 La cipolla può essere affettata o tagliata a cubetti e congelata in vista di futuri utilizzi.

1) Se non amate la cipolla a pezzetti nei vostri cibi basta spremere mezza cipolla con lo spremiagrumi e utilizzarne il liquido

2) Per rendere meno pungente il sapore delle cipolle, tagliatele a rodelle e immergetele in acqua fredda con pochissimo zucchero. Prima di usarle per cucinare strizzatele molto bene.

3) Prima di affettarla,  per evitare di piangere, immergetela prima nell’acqua calda e poi in quella fredda.

4) Oppure tenetela per 10 minuti in freezer

5) Se appassiamo le cipolle con pochissima acqua e vino bianco o acqua e un pizzico di dado, e poi continuiamo, se piace, col soffritto nell’olio, eviteremo i bruciori di stomaco e la cattiva digestione.

6) Strofiniamo con una carota stoviglie o taglieri per eliminare in maniera radicale l’odore della cipolla

7) Quando fate il soffritto aggiungete alla cipolla e all’olio un goccio d’acqua, in questo modo impedirete agli zuccheri contenuti nel bulbo di bruciarsi e sarà meno amaro
8)  Per togliere l'odore di cipolla dalle vostre mani, strofinatele con un limone e sciacquatele poi con acqua fredda.

Basilico

Il basilico si può:

1) Essiccare: staccate le foglie dai gambi, lavatele, asciugatele con un panno e lasciatele stese su un vassoio lontano da fonti di calore e dai raggi del sole coperte con carta affinchè si asciughino il più possibile. Mettete poi le foglie in un vasetto di vetro sminuzzandole.

a) Essiccate i rametti capovolgendoli lontano da fonti di calore e dai raggi del sole per qualche giorno. Mettete poi le foglie in un vasetto di vetro sminuzzandole.

2) Oppure conservare sott’olio in questo modo: prendete un vasetto di vetro con l’apertura larga e riempitelo di foglie di basilico ben asciutte. Stendete e sovrapponete bene le foglie, aggiungete dell’olio d’oliva, premendo le foglie affinchè restino sotto il filo dell’olio.

3) Il basilico,  è un’ erba che va aggiunta solo alla fine della cottura e non durante, altrimenti, perde parte del suo profumo.

4) Immergete per un istante nell’olio le foglie di basilico fresco  prima di metterle sulla pizza non si seccheranno durante la cottura

Pesto:

50 grammi di foglioline di basilico,  ½ bicchiere di olio extravergine d'oliva, 6 cucchiai da cucina di Parmigiano Reggiano grattugiati ,  2 cucchiai di Pecorino romano grattugiati , 2 spicchi aglio, 1 cucchiaio da cucina di pinoli (o in sostituzione di noci ) qualche grano di sale grosso

Asciugate il basilico e mettetelo nel mixer insieme allo spicchio d'aglio, ai pinoli e ad un pizzico di sale, il formaggio. Frullate finchè il tutto non è ben triturato. Togliete dal mixer e mettete in una ciotola. Aggiungete l'olio e amalgamate con un cucchiaio di legno. Potete conservarlo in frigorifero, coperto con abbondante olio, per alcuni giorni.

Sedano

Il sedano si conserva avvolgendolo nella carta d' alluminio e poi  in frigorifero.

Salvia,  timo, e menta

Per essiccare queste erbe, basta prendere i rametti delle piante  e appenderle a testa in giù, in un luogo fresco, asciutto, ventilato ed ombreggiato. Quando sono  perfettamente secchi, sbricioliamo le foglie in un barattolo di vetro.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...