16 dicembre 2013

Consigli per risparmiare in casa su luce, gas e acqua

Oggi ci occuperemo di economia domestica intesa come informazioni, consigli o trucchetti utili per risparmiare in casa sui consumi domestici: di luce, acqua e gas



"Con la locuzione economia domestica si indica l'insieme di competenze per la conduzione degli aspetti pratici della vita di una famiglia e di una comunità. Fanno parte di questa disciplina conoscenze in materia di alimentazione e gastronomia, igiene e puericultura, merceologia, programmazione economica". Da wikipedia

Blog di rimedi della nonna, Economia domestica: consigli per risparmiare in casa su luce, gas e acqua

La crisi economica ormai è entrata nelle case di tutti e in molti si sono avvicinati agli antichi rimedi (i metodi naturali della nonna), per la cura della bellezza, della salute, dell'alimentazione e della casa, non solo per sposare uno stile di vita più sano ma anche per inquinare meno e per risparmiare un po'.

E in questo post Economia domestica troverete dei piccoli accorgimenti, trucchi o soluzioni da utilizzare in casa, che ci aiuteranno non solo a combattere l'inquinamento, ma anche a ridurre gli sprechi ottenendo al tempo  stesso un congruo risparmio (che non fa mai male!)

Di seguito i consigli che ci avrebbero regalato le nostre nonne, pillole di saggezza da mettere subito in pratica, soluzioni che ci aiuteranno a modificare le nostre errate abitudini giornaliere e ci permetteranno di risparmiare su luce, gas e acqua.

Luce

1) Utilizzate lampade a basso consumo (spenderete all'inizio qualche soldino in più, ma è tutto di guadagnato la durata sarà maggiore rispetto alle vecchie lampadine)

2) Quando uscite da una stanza spegnete la luce.

3) Attenzione al frigo, lo sportello non va mai spalancato e le aperture vanno ridotte al minimo.

a) Utilizzate questi accorgimenti quando dovete sistemare la spesa in frigo appena fatta, piuttosto che aprire lo sportello per ogni prodotto, sistemate gli alimenti sul tavolo già in ordine, questo renderà il trasferimento più veloce e meno apertura delle porte.

4) Non introdurre cibi ancora caldi, ma attendete che scendano a temperatura ambiente
5) Installare lo scaldabagno vicino al punto di utilizzo dell'acqua calda per evitare dispersioni di calore attraverso lunghe tubazioni

6)  Di notte spegnere  le lucine di tutti gli elettrodomestici, quando è possibile invece di lasciarli in stand by, quelle lucine (rosse o gialle) fanno girare il contatore continuamente, anche se nessuno sta utilizzando la televisione, il lettore DVD ecc. ecc.

Acqua

1) Teniamo aperto il rubinetto solo per il tempo necessario quando ci insaponiamo, laviamo i denti o ci facciamo la barba risparmieremo acqua ( circa 15 litri al giorno) ma, se proprio non ci riuscite raccogliamo quell'acqua in una bacinella e la riutilizzeremo per lo scarico

2) Preferiamo la doccia al bagno  consumeremo un terzo d'acqua in meno rispetto ai 150 litri utili per riempire una vasca

3) Installiamo sul rubinetto del lavandino o della doccia un frangigetto, (miscela l'aria all'acqua che fuoriesce),  questo vi permetterà di risparmiare diverse migliaia di litri di acqua ogni anno

4) Ripariamo subito il rubinetto che gocciola o il water che perde, risparmieremo decine di litri di acqua al giorno.

5) Quando fate scorrere l’acqua in attesa che diventi calda, raccoglietela in una bacinella, potrete utilizzarla per innaffiare, lavare i pavimenti, etc.

6) Facciamo funzionare lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico, risparmieremo non solo acqua ma anche energia.

7) Quando è possibile raccogliamo l'acqua piovana,  ci servirà per innaffiare orti, piante e giardini.

8) Innaffiamo piante e giardini di notte, di giorno a causa del calore l'acqua evaporerà più facilmente ed inoltre eviteremo di sovraccaricare la rete di distribuzione durante il giorno

9) Lo sciacquone del water:

a) Consuma ad ogni getto circa 10 litri d'acqua. Possiamo ridurre il getto installando un semplice sistema a rilascio differenziato.

b) Oppure basta utilizzare una bacinella e riempirla al bisogno di acqua, risparmierete acqua ma soprattutto di notte, nel silenzio, eviterete di fare rumori molesti.

Gas
1) Affinché il calore non si disperda  evitate di coprire i caloriferi con mobili o tende

2) Appena fa buio, abbassate le tapparelle delle finestre  questo impedirà al calore interno di disperdersi attraverso i vetri.

3) Evitate di aprire le finestre:

a) Quando l'impianto di riscaldamento è in funzione, l'aria calda dei radiatori tende a uscire verso l'esterno lasciando posto a quella fredda e consumereste inutilmente gas.

b) Far areare la casa aprendo le finestre per mezz'ora solo nelle ore centrali e più calde della giornata, quando l'impianto di riscaldamento è spento, e tenerle chiuse successivamente.

4) Utilizzate  i para spifferi alle porte e alle finestre, anche questo impedirà dispersione di calore all'esterno

5) Prima di accendere l'impianto di riscaldamento:

a) Far controllare l'efficienza  della caldaia, il suo buon funzionamento si tramuta in riduzione dei consumi e in una maggiore sicurezza

b) Sfiatare i caloriferi, l'aria che si è depositata all'interno dei radiatori durante il periodo in cui non sono stati usati impedirà la circolazione dell'acqua calda, mantenendo parzialmente freddi i termosifoni anche con la caldaia accesa, quindi basta far uscire l'aria per avere un impianto di riscaldamento più funzionale.

Leggi anche 
Come riutilizzare l'acqua di cottura di pasta e verdure

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...