20 febbraio 2015

Proprietà della Malva

La malva selvatica o Malva sylvestris, è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Malvaceae, originaria dell'Europa e Asia temperata. Le sue straordinarie proprietà: calmanti, emollienti e lassative, sono note fin dai tempi più antichi... Scopriamola meglio!


Blog di rimedi della nonna: Proprietà della Malva

La Malva, il cui nome comune è Malva selvatica, appartiene alla famiglia delle Malvaceae, è una pianta semplice, dai vivaci fiori rosa o viola, si sviluppa bene in zone con clima temperato, cresce in terreni incolti, sui bordi delle strade e prati di pianura, da sempre è utilizzata non solo in cucina, da sola o in aggiunta ad altre erbe, a zuppe, minestre ecc; ma come rimedio popolare per molti malanni, sotto forma di infusi, decotti, bagni, lozioni,  impacchi, clisteri e cataplasmi...

Storia

Della malva si sa che era conosciuta e utilizzata già nei tempi antichi, il nome deriva dal greco malakos e dal latino, mollire (entrambi hanno il significato di emolliente, molle) e che,  nel XVI secolo era utilizzata come un vero e proprio toccasana per molti disturbi, tant'è, che veniva chiamata anche  "omnimorbia", cioè il "rimedio per tutti i mali "

Pitagora sosteneva che consumare la malva ogni giorno serviva a calmare le passioni e purificare la mente. Plinio raccomandava gargarismi con latte di capra bollito assieme a delle foglie di malva, per la cura del mal di gola. Cicerone invece era ghiotto dei sui teneri germogli. Carlo Magno la volle nei suoi giardini imperiali. Anticamente, si utilizzava anche per la cura del mal di stomaco dei cavalli

Raccolta

La malva, proprio per le importanti proprietà terapeutiche va raccolta in piena fioritura e perfettamente essiccata all'ombra. I fiori si colgono dalla primavera all'autunno e si essiccano rapidamente all'ombra; le foglie si colgono in primavera prima della fioritura e si essiccano, previamente private del picciolo, in sottili strati all'ombra; le radici si raccolgono in autunno-inverno e si essiccano al sole o in forno a calore moderato.

Proprietà e principi attivi

I principi attivi si trovano soprattutto nei fiori e nelle foglie che sono ricche di mucillaggini, sono queste infatti che conferiscono alla pianta proprietà emollienti e antinfiammatorie per tutti i tessuti molli del corpo. Le radici della pianta svolgono invece una funzione analgesica e sono estremamente utili per combattere i formicolii, oltre che per conservare i denti puliti e bianchi.

Oltre alle mucillagini la malva è ricca di altre sostanze molto importanti per l'organismo come i flavonoidi potenti antiossidanti; i tannini dalle proprietà astringenti, antinfiammatorie, antiadiarroiche ecc; gli antociani  dei potenti antiossidanti; i sali minerali; le Vitamine (A, C, B1) e la pectina dalle proprietà lassative.

Per tutte queste proprietà viene ancora oggi prescritta per per molti disturbi, come la stitichezza cronica, per le infezioni delle vie respiratorie, per le  malattie delle mucose e della pelle, per le  puntura d’insetto, ecc.

La malva viene impiegata in cosmetica, erboristeria in creme, gel, shampoo, lozioni, detergenti intimi, dentifrici, collutori, bagnoschiuma, creme per mani, prodotti solari e addirittura per creme delicate per neonati ecc , ma anche in cucina, può essere mangiata cruda, da sola, in unione con altre insalate, nei risotti o nelle minestre.

La malva è tra le piante o le erbe più dolci e sicure, si beve o si usa per uso esterno a secondo delle necessità, ed è consigliata anche a persone anziane e a  bambini.

Per le sue molte proprietà e per i tanti rimedi fai da te o casalinghi per la bellezza e la salute la malva non dovrebbe mancare in casa...  ma di questi rimedi  e di come curarsi con la malva ne parleremo nel prossimo post La malva i rimedi
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...