17 gennaio 2012

L'aromaterapia rimedio naturale per la bellezza, la salute e il benessere di tutto il corpo

Aromaterapia è una parola che deriva dall’unione di due termini e cioè "aroma", odore o fragranza e "terapia" cura. L'aromaterapia è infatti, un tipo di trattamento o cura per il corpo o la mente che utilizza oli essenziali o estratti di piante aromatiche, per aiutare a mantenere il benessere, la salute e il buon umore... Conosciamola un po'!

Immagine aromaterapia.JPG






Il Blog di "rimedi della nonna": L'aromaterapia rimedio naturale per la bellezza, la salute e il benessere di tutto il corpo

L' aromaterapia è un termine che viene utilizzato per indicare una medicina naturale e alternativa, sia curativa che preventiva, che si basa essenzialmente sull'inalazione e sull'applicazione di oli essenziali, dei liquidi profumati estratti dalle piante e dai fiori e sono proprio queste sostanze che possiedono le proprietà curative, che  agiscono su processi fisici,  mentali e spirituali portando effetti benefici sul nostro corpo
Immagine aromaterapia.JPG1.JPG


Gli oli essenziali utilizzati sono oltre 400, ed hanno effetto sul corpo (via cutanea):

a) attraverso massaggi, con movimenti lenti e continui;

b) bagni (aggiungendo all’acqua della vasca gocce di essenze oppure lasciando in infusione in un recipiente d’acqua erbe e piante, per poi filtrarle e aggiungerle all’acqua del bagno)

c) applicazioni (maschere o fanghi);

e sulla mente: attraverso l'olfatto le fragranze vengono inalate durante il trattamento, che può avvenire con: 

a) diffusori a candela: composto da una base nella quale viene alloggiata una candela per il riscaldamento del liquido e un piattino nel quale viene inserita acqua di fonte e, a seconda del tipo di pianta impiegata, e qualche goccia di olio essenziale;

b) diffusori elettrici: che non scaldano l’essenza ma la nebulizzano nell’ambiente per mezzo di una piccola pompa elettrica, trasformando l’olio essenziale in piccole gocce chiamate "aerosol", in questo caso nell’apposita ampolla deve essere messa solo una quantità maggiore (in genere intorno ai 3-5 ml) di essenza o miscela di essenze, senza acqua o altri eccipienti.

Gli oli essenziali sono sostanze altamente volatili, proprio grazie a questa caratteristica raggiungono facilmente il nostro naso. Ogni aroma ha una sua caratteristica, una sua proprietà in grado di stimolare l'organismo ad esempio:
la mejorana calma l’ansietá,  la menta aumenta la capacitá di concentrazione mentale, la lavanda o l'arancio hanno capacità rilassanti, l'olio di tea tree ha proprietà antisettiche, ecc.

Quando annusiamo un profumo, le sue molecole raggiungono la nostra mucosa olfattiva (sita in cima alla cavità nasale) la quale è ricoperta di “ciglia”. Queste altro non sono che cellule olfattive che trasformano il profumo in impulso elettrico, trasportandolo al cervello, dove si lega a una precedente impressione olfattiva (anche a livello inconscio).

Il cervello poi, lancia dei messaggi al corpo (attraverso i neurotrasmettitori) per rilassare o stimolare (a seconda degli oli utilizzati) il sistema nervoso e gli altri organi.  Chi si sottopone ad un trattamento aromaterapico raggiunge uno stato di rilassamento e una sensazione di tranquillità.

L'aromaterapia attraverso la percezione degli odori coinvolge l'emotività, la memoria, la sensibilità e tutte le aree cognitive correlate, oltre al sistema endocrino e quello immunitario. Attraverso l'aromaterapia si riequilibra il nostro organismo, lo si rende meno esposto alle infezioni esterne e più forte nelle difese immunitarie.

Attenzione
E' sconsigliato utilizzare gli oli essenziali non diluiti direttamente sulla pelle, perché potrebbero provocare irritazioni.

Se temete di avere una pelle troppo delicata, sensibile, irritabili o con problemi di couperose, vi raccomandiamo di provare i rimedi su una piccola porzione di pelle e poi sul viso e sul corpo evitare pruriti e fastidiose irritazioni.

Alle donne incinte è sconsigliato l’utilizzo di oli essenziali durante i primi tre mesi di gravidanza.

Gli epilettici, i bambini, le persone anziane o quelle soggette a malattie croniche o a trattamenti medici a lungo termine, devono sempre chiedere consiglio medico prima di utilizzare determinati oli essenziali.

Assuefazione: come per i farmaci, anche l’utilizzo continuo ed eccessivo degli O. E. può produrre il principio dell’ assuefazione, per evitare questo, basta utilizzare uno stesso olio essenziale consecutivamente per non più di sei giorni, dopo di che osservare una pausa di almeno un giorno e poi riprendere.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...